La Power Unit: il motore endotermico V6 turbo

Con l’arrivo delle Power Unit viene reintrodotto nel regolamento tecnico della Formula il motore sovralimentato a 6 cilindri, già impiagato nel corso degli anni ’80. Analizziamo nel dettaglio di che tipologia di motore si tratta.

Nel periodo che va dal 1981 al 1988, le monoposto di Formula 1 impiegarono già il motore V6 sovralimentato ma con 2 diversi angoli d’inclinazione tra i cilindri: 120° tra il 1981 e 1986 e 90° nel biennio 1987-1988 così come oggi.
Col termine “V6” s’intende l’abbreviazione tecnica che viene utilizzata per identificare un motore ICE (a combustione interna) la cui architettura è basata su due file di 3 cilindri disposti appunto a “V”, uniti dal medesimo albero motore.
I principali vantaggi di questo tipo di architettura sono dati fondamentalmente dalla riduzione della lunghezza e altezza del motore, a parità di motore con lo stesso numero di cilindri, rispetto ad un analogo motore con i cilindri disposti in linea. “I contro” sono dati da una maggiore difficoltà di costruzione e da un aumento delle vibrazioni in quanto vi è una minore bilanciatura delle forze che agiscono nel propulsore.
Architetture quali V2,V4,V6 e V10, essendo più sbilanciate, necessitano di un controalbero di bilanciatura per ridurre la produzione di possibili, e soprattutto dannose, vibrazioni all’interno del sistema che potrebbero causare delle improvvise rotture o malfunzionamenti di alcuni componenti meccanici.
I motori endotermici che costituiscono il “blocco” centrale delle Power unit sono sovralimentati, cioè sono caratterizzati, grazie alla funzione del turbocompressore, dall’immissione nei cilindri di una massa di aria e combustibile superiore a quella che il motore sarebbe in grado di aspirare naturalmente.
I motori V6 turbo hanno una potenza di circa 800 CV (!) e un regime di rotazione di 15.000 g/min; il regolamento tecnico impone, da quest’anno, che possano essere imbarcati nel serbatoio 105 kg di benzina per completare la gara, 5 kg in più dei tre anni precedenti dell’era delle Power Unit.

#StartYourEngines | Dennis Ciracì