Aerodinamica: l’air scoop

L’air scoop o presa d’aria dinamica, è un elemento della vettura posizionato nella zona iniziale del roll bar, appena sopra il casco del pilota. Lo scopo principale per il quale viene utilizzato, è quello di portare aria all’interno del cofano motore per il raffreddamento dei vari componenti della Power Unit, ma non solo; analizziamolo più approfonditamente.

L’air scoop è un componente integrativo al roll-bar di una vettura di Formula 1, che è la struttura più resistente in quanto fondamentale per proteggere il pilota in caso di grave in incidente, come ad esempio un ribaltamento o un loop aereo.
Dal punto di vista costruttivo, è importante non esagerare nelle sue dimensioni nella sezione frontale, in modo tale da evitare di incrementare la resistenza aerodinamica all’avanzamento, con conseguente diminuzione delle velocità di punti sui rettilinei.
Ma, allo stesso tempo, la misura non dev’essere troppo piccola, onde evitare di non garantire una portata d’aria sufficiente al raffreddamento dei componenti della Power Unit quali il motore V6 turbo, l’MGU-K, l’MGU-H ed ERS, oltre agli organi interni della monoposto come il gruppo trasmissione ed i radiatori.
La Mercedes al suo rientro nel Circus nella stagione 2010 ha introdotto, a partire dal Gran Premio di Spagna ed in concomitanza con la versione B della vettura, una soluzione molto interessante sulla propria MGP W01, ovvero sdoppiare la presa in due orecchie più piccole laterali al roll bar.
Con questa innovativa soluzione aerodinamica, il team di Stoccarda mirava ad ottenere una minor resistenza all’avanzamento in quanto la presa d’aria, ma più in generale l’airbox, “oscura” con la sua sezione la parte centrale dell’alettone posteriore, area nella quale si registra una perdita di carico aerodinamico rispetto alle zone più esterne del profilo alare.
Di conseguenza sdoppiando la presa d’aria, il flusso d’aria risultava molto più fluido migliorando così l’efficienza dell’alettone posteriore, senza riscontrare eventuali problemi di surriscaldamento della vettura; questo concetto è stato ripreso l’anno successivo, seppur con un disegno diverso, dalla Force India VJM04.

#StartYourEngines | Dennis Ciracì