GP Malesia 2017: info circuito, orari sessioni, previsioni meteo

Dopo la notte di Singapore, la Formula 1 continua il suo tour asiatico approdando nella terra dei Monsoni, la Malesia, per il 15° appuntamento della stagione sul circuito di Sepang. L’anno passato fu doppietta Red Bull, complice la rottura del motore della Mercedes di Hamilton, proprio l’inglese si presenta da leader del mondiale con 28 punti di vantaggio su Vettel. Scopriamo le caratteristiche del circuito e il programma del weekend di gara.

-DATI GENERALI:
– Nome: Sepang International Circuit
– Lunghezza: 5543 m
– Curve: 15 (10 a destra, 5 a sinistra)
– Inaugurazione: 1999
– Giro più veloce: Juan Pablo Montoya | Williams BMW | 1:34.223
– Pilota più vincente: S.Vettel | 4: ’10-’11-’13-’15
– Scuderia più vincente: Ferrari | 7: ’99-’00-’01-’04-’08-’12-’15
– Pole-position 2016: Lewis Hamilton | Mercedes AMG | 1:32.850
– Podio 2016: 1°RIC|2°VER|3°ROS
– Categorie: F1, GP2
– Numero di giri: 56
– Distanza di gara: 310,408 Km

– IL TRACCIATO:
Uno dei primi autodromi disegnati da Hermann Tilke, il tracciato di Sepang entra a far parte del Mondiale F1 nel 1999. Un giro di pista al Sepang International Circuit è lungo 5,543 km: le tornate da completare sono 56, per una distanza complessiva di 310,408 km. Il tracciato ha 15 curve, delle quali 10 a destra e 5 sinistra, che comportano un maggiore stress per le coperture (SuperSoft al debutto in Malesia) del lato sinistro delle velocissime vetture 2017.
Si viaggia con la farfalla dell’acceleratore completamente aperta per circa il 65% del giro, raggiungendo punte di velocità massima nell’ordine dei 320 km/h e con un consumo medio di carburante pari a 1,79 kg/giro. Per quanto riguarda l’impianto frenante, esso viene impiegato per circa il 19% del giro e particolarmente nelle frenate di curva 1, 3, 15; nonché i tre i punti che offrono le maggiori possibilità di sorpasso.
La Brembo classifica il circuito malese come “Medium”, con un coefficiente di difficoltà di 7/10 al pari dei circuiti di Barcellona, Budapest e Monaco; la decelerazione maggior è di 4.4 G e la si raggiunge in curva 1. Sono 40 i cambi di marcia che vengono effettuati in media per ogni giro, per un totale di circa 2240 nell’arco della distanza di gara. Sono 2 le zone DRS: una posta sul rettilineo del traguardo, l’altra sul rettilineo parallelo che va da curva 14 a curva 15, mentre il Detection Point è unico ed è posto tra curva 13 e curva 14.

– MESCOLE PIRELLI:
–  White PZero Medium
  Yellow PZero Soft
  Red PZero SuperSoft
– Green Cinturato Intermedie
– Blu Cinturato Full-Wet.

Pressioni minime alla partenza (gomme slick): 21,5 psi (anteriore) | 18 psi (posteriore).
Camber massimo-3,25° (anteriore) | -1,75° (posteriore).

-ORARI IN ITALIA E DATE SESSIONI:
Prove Libere 1: | 29/09/17 | Ore 05:00 | LIVE Sky Sport F1 HD/ #StartYourEngines.it/  Rai Sport HD differita ore 13:45| Nuvoloso.

Prove Libere 2: | 29/09/17 | Ore 09:00 | LIVE Sky Sport F1 HD/ #StartYourEngines.it / Rai Sport HD differita ore 13:45|Nubi sparse con possibili temporali.

Prove Libere 3: | 30/09/17 |Ore 08:00 | LIVE Sky Sport F1 HD/ #StartYourEngines.it / Rai Sport HD differita ore 12:15 |Nuvoloso.

Qualifiche: | 30/09/17 |Ore 11:00 | LIVE Sky Sport F1 HD / #StartYourEngines.it / Rai 2 differita ore 15:00|Nubi sparse con possibili temporali.

Gara: | 01/10/17 |Ore 09:00 | LIVE Sky Sport F1 HD / #StartYourEngines.it / Rai 1 differita ore 14:00 |Nuvoloso con possibili temporali.

#StartYourEngines | Dennis Ciracì