Le pagelle dei costruttori, GP Australia 2018

Ferrari e Mercedes (solo con Hamilton) al top, Red Bull dai due volti ma forte in gara; bene la neo nata McLaren Renault ed la Renault, male Williams e Toro Rosso.

  • Ferrari | 9: La Scuderia di Maranello inizia nei migliori dei modi la stagione 2018, bissando il successo inaugurale del 2017 con fortuna e strategia, piazzando entrambe le monoposto sul podio. Il distacco subito in qualifica, denota che c’è ancora del lavoro da fare sulla SF71H che comunque è una monoposto veloce ed affidabile.
  • Mercedes | 8,5: Weekend dai due volti per il Team di Stoccarda: da una parte Lewis Hamilton in forma straordinaria che conclude in seconda posizione dopo essere stato beffato dalla VSC e da Vettel, dall’altra Valtteri Bottas irriconoscibile solamente ottavo dopo il botto in qualifica. La W09 è comunque la macchina migliore.
  • Red Bull | 7,5: Anche qui come in Mercedes, fine settimana australiano dai due volti: Ricciardo sfiora il podio in rimonta, mentre Verstappen sbaglia nelle fasi iniziali compromettendo la sua gara. La RB14 è ancora attardata in qualifica rispetto alle rivali ma ha mostrato un grandissimo passo gara.
  • McLaren | 7: Alla prima gara con la PU Renault, la compagine di Woking eguaglia il miglior risultato dell’intera era Honda: Fernando Alonso 5°, bene anche Vandoorne 9°. 12 punti per iniziare bene la stagione e la MCL33 che sembra una vettura in grado di poter lottare per il quarto/quinto posto nel costruttori.

  • Renault | 6,5: Le buone sensazioni avute nei test si sono confermate a Melbourne con entrambe le vetture nella top-10 sia in qualifica sia in gara. La RS18 è una vettura consistente e facile da guidare, vedremo nelle prossime gara se potrà essere la prima inseguitrice dei tre Top-Team.
  • Force India | 5,5: Non bisogna farsi ingannare da questo inizio di stagione a rilento, nel 2015 e 2016 la situazione era simile ma poi gli aggiornamenti hanno fatto la differenza e la Force India ha rimontato fino a posizioni da zona podio. Vedremo se anche quest’anno sarà così, ma la VJM11, al momento, sembra lontana dalle prestazioni di Haas, McLaren, Renault.
  • Alfa Romeo Sauber | 5: Leclerc 13° ed Ericsson addirittura ritirato non sono ovviamente risultati che la rientrate Alfa Romeo, anche se al momento solo come sponsor, si augurava ma il Team sta pagando l’ultimo biennio Sauber come fanalino di coda e con risorse economiche al minimo storico.
  • Haas | 5: La media perfetta tra le grandi prestazioni della vettura e dei piloti (9) ed il doppio inconveniente alla gomma posteriore sinistra durante la sosta ai box (1). Non si può gettare alle ortiche così una gara che, fino a quel momento, era favolosa.
  • Williams | 4,5: Un declino continuo, la Williams sta andando sempre di più verso i bassi fondi della classifica e la coppia di piloti giovane, inesperta e non dal talento spiccato aggrava ulteriormente la situazione.
  • Toro Rosso | 4: La gara dell’Albert Park ha ridimensionato tutte le aspettative pre-stagionali della scuderia di Faenza, ed rimesso ancora una volta in discussione il progetto Honda in Formula 1.

#StartYourEngines | Dennis Ciracì