Le pagelle dei piloti | GP Azerbaijan 2018

Le pagelle ai piloti del Gran Premio d’Azerbaijan 2018: Leclerc, Perez, Alonso al top, bene anche Sainz, Bottas ed il vincitore Hamilton. Male Hulkenberg, disastrosi Grosjean e Verstappen.

Charles LECLERC | 10: riscatta il deludente avvio di stagione con una prestazione monstre da vero predestinato, cogliendo uno stratosferico sesto posto con l’Alfa Romeo Sauber.
Sergio PEREZ | 10: un altro podio con la Force India, il secondo a Baku, unico a riuscirci, 15 punti e tanta fiducia in vista della versione B della VJM11 che debutterà in Spagna. Vamos Checo!
Fernando ALONSO | 10: una delle gare migliori della sua carriera, arriva settimo al traguardo quando al primo giro è ai box con due gomme bucate, l’ala anteriore danneggiata e il fondo danneggiato. Fenomenale.
Valtteri BOTTAS | 9,5: stava conducendo una gara esemplare, unico a compiere nessun errore o sbavatura, ma la sfortuna lo colpisce al penultimo giro con la gomma che esplode in pieno rettilineo costringendolo a al ritiro.
Carlos SAINZ | 9: finalmente! Dopo un inizio di stagione a rilento e vissuta nell’ombra del team mate Hulkenberg, Carlos ottiene un gran quinto posto dopo aver dato anche spettacolo contro Verstappen nella prima parte di gara.
Lewis HAMILTON | 8: l’inglese della Mercedes disputa un buon weekend, sicuramente migliore di quello anonimo della Cina, con la prima fila al sabato ed una prima parte di gara a caccia del rivale Vettel. La Safety Car stravolge tutti i piani ed al penultimo giro, grazie al ritiro del team mate Bottas, coglie la prima vittoria stagionale saldando il conto con la sfortunata gara di Melbourne.
Lance STROLL | 8: sul tracciato che l’anno scorso lo fece diventare il più giovane pilota di sempre ad ottenere il podio, il canadese si conferma a suo agio a Baku centrando l’ottavo posto.
Kimi RAIKKONEN | 8: ottimo il terzo podio stagionale dopo che al primo giro è costretto a rientrare ai box, e quindi finire nelle retrovie, per sostituire l’ala anteriore dopo il contatto con Ocon.
Daniel RICCIARDO | 6,5: sorpassa Verstappen in pista ma dopo il valzer dei pit stop si ritrova nuovamente dietro al team mate, cerca di sorpassarlo in pista con la sua mossa ma l’olandese si muove in frenata ed a quel punto, con la macchina fuori controllo, il contatto è inevitabile. Brutta battuta d’arresto.
Brendon HARTLEY | 6,5: il Campione del Mondo WEC coglie il suo primo punto in Formula 1 dopo una gara accorta e lontano dai guai sfruttando al meglio tutte le occasioni che li si presento, traendo grande giovamento da ritiri e sfortune degli avversari.
Sebastian VETTEL | 6,5: la media aritmetica perfetta tra la pole position e la gara fino alla Safety Car (voto 9), ed l’erroraccio in curva 1 dopo la ripartenza in cui cerca un tentativo impossibile di sorpasso con una staccata fuori misura (voto 4). Dato il problema di Bottas, avrebbe vinto la gara. Che peccato!
Pierre GASLY | 6: dato quanto accaduto nelle qualifiche, è già stata una benedizione dal cielo averla disputata la gara.
Kevin MAGNUSSEN | 5,5: weekend difficile per il danese della Haas, con la VF18 non competitiva come nei primi tre appuntamenti. Il contatto iniziale con Ericsson che lo colpisce in pieno sulla fiancata sinistra lo costringe a rientrare subito ai box e da li in poi la gara è un calvario.
Stoffel VANDOORNE | 5: porta a casa due punti, ma è l’unica notizia positiva perchè il confronto col compagno di box Fernando Alonso sta diventando sempre più complicato per il belga della McLaren.
Nico HULKENBERG | 4: domenica da dimenticare per il tedesco della Renault, che prima crea l’incidente tra Sirotkin e Alonso, poi sbatte contro il muro di curva 4 e finisce la sua gara lì.
Marcus ERICSSON | 4: questa volta Leclerc lo surclassa e lo sopravanza anche in classifica piloti.
Romain GROSJEAN | 2: aveva fatto una rimonta incredibile dall’ultimo posto al sesto, ma non si può andare a sbattere contro il muro in regime di Safety Car mentre scaldi le gomme…
Max VERSTAPPEN | 1: non ci sono più parole, l’unica soluzione è fermarlo per una gara.
Sergey SIROTKIN | S.V: Hulkenberg lo manda a oltre 200 kmh contro Alonso in pieno rettilineo e lui non può fare nulla per evitare l’incidente.
Esteban OCON | S.V: Peccato per l’incidente di gara con Raikkonen al primo giro che lo mette subito fuori dai giochi, perchè aveva disputato un ottima qualifica ed era in sesta posizione.

#StartYourEngines | Dennis Ciracì