Verstappen alla ribalta, Ferrari torna leader nel giorno della disfatta Mercedes

Il talento di casa Red Bull si prende la scena dopo un inizio di stagione a dir poco travagliato, cogliendo il primo successo stagionale, il quarto della sua giovane e promettente carriera e portando il Team austriaco alla vittoria del gran premio di casa.
Verstappen ha fatto la vera differenza nella gestione degli pneumatici, cosa che ad esempio non è riuscita al suo team mate Daniel Ricciardo, riuscendo a percorrere oltre 50 giri con le mescole Soft senza accusare del blistering o del degrado marcato.
Il terzo posto di Montreal, il secondo di Le Castellet e la vittoria di Spielberg sembrano aver portato, finalmente, il ventenne della Red Bull sulla strada giusta per poter mostrare con costanza la sua velocità senza eccedere per la voglia di strafare.
Ma se da un lato in Red Bull possono gioire per il terzo trionfo stagionale, al pari di Mercedes e Ferrari, dall’altro vi è grande amarezza, e soprattutto preoccupazione in ottica futura, per il ritiro di Daniel Ricciardo.
L’australiano si è ritirato nel corso del 54° giro