F1 | GP Australia 2019: statistiche e curiosità

Statistiche e curiosità del weekend di gara australiano.

  • Bottas è il 60° pilota nella storia della Formula Uno a diventare leader della classifica del Campionato Piloti.
  • Era da 6 anni, dal Gran Premio d’Australia 2013, che un finlandese non era in vetta al Campionato Piloti. All’epoca fu Kimi Raikkonen con la Lotus.
  • Bottas ha ottenuto il 4° successo in carriera, eguagliando lo stesso numero di vittorie di Irvine, McLaren e Gurney.
  • Ogni volta che un team ha fatto doppietta a Melbourne, come la Mercedes domenica, il pilota vincitore ha sempre vinto il Mondiale Piloti. Questo è successo già 7 volte.
  • Bottas ha vinto nel giorno del suo 6° anno di anniversario dal giorno del suo debutto a Melbourne con la Williams nel 2013.
  • Bottas è il primo pilota nella storia della Formula 1 a far segnare 26 punti in un unico gran premio.
  • Bottas è tornato alla vittoria dopo un digiuno di oltre un anno. L’ultima sua vittoria risaliva al Gran Premio di Abu Dhabi 2017, nel 2018 non ha ottenuto alcun successo nonostante i 7 secondi posti.
  • Con il giro veloce numero 11 della carriera, Bottas eguaglia John Surtees nella classifica dei giri veloci di tutti i tempi.
  • Il podio numero 31 in carriera consente a Bottas di eguagliare il numero di podi di Jack Brabham.
  • Con la pole position numero 8 a Melbourne, Lewis Hamilton eguaglia Michael Schumacher e Ayrton Senna per il maggior numero di pole position nello stesso gran premio.
  • Per il 4° anno consecutivo Lewis Hamilton ha concluso secondo dopo aver fatto segnare la pole position, fallendo nuovamente la vittoria in Australia. E’ un nuovo record.
  • Per la prima volta Max Verstappen finisce sul podio a Melbourne.
  • Con il podio numero 23 della carriera, Verstappen eguaglia lo stesso numero di podi di Jacques Villeneuve, Alboreto e Hunt.
  • Per la prima volta dal 2015 sul podio a Melbourne c’è un pilota non Mercedes e non Ferrari.
  • Per la prima volta dal 2015, Vettel e la Ferrari non vanno a podio a Melbourne.
  • La Honda ottiene il primo podio nell’era turbo-ibrida dopo 81 gare dal suo rientro nel 2015.
  • La Honda torna sul podio dopo 11 anni, l’ultima volta fu con Barrichello nel 2008 a Silverstone.
  • Con il sesto posto di Magnussen, la Haas eguaglia il suo miglior risultato a Melbourne, nel 2016 Grosjean portò la Haas sesta nel giorno del suo debutto in Formula 1.
  • Per il 3° anno consecutivo Romain Grosjean si ritira dopo essersi qualificato sesto.
  • Per la prima volta in carriera, Carlos Sainz non fa segnare alcun punto in Australia.
  • Daniil Kvyat va a punti in Australia con la Toro Rosso per la terza volta su tre apparizioni. Con la Red Bull non ha fatto segnare neanche un punto nel 2015 e 2016.

#StartYourEngines | Dennis Ciracì