F1 | GP Azerbaijan verso la cancellazione

Il primo appuntamento del Mondiale 2020 è fortemente in bilico a causa dell’emergenza coronavirus.

La tappa d’apertura del Mondiale 2020 di Formula Uno è sempre più a rischio, dato che l’incertezza regna sovrana ed è difficile prevedere gli sviluppi della pandemia coronavirus da qui al weekend del 5 – 7 giugno. data nella quale è previsto il gran premio azero.
Gli organizzatori del Gran Premio d’Azerbaijan vorrebbero evitare di allestire il paddock e le strutture adatte lungo il tracciato della capitale azera per ospitare il gran premio, per poi veder annullare l’evento a ridosso dell’inizio dello stesso com’è successo in Australia.
Oltre a questo vi è anche il discorso legato all’ingente somma di denaro per l’organizzazione del weekend di gara, l’Azerbaijan paga circa ottanta milioni di euro annui, cifra da capogiro che risulterebbe gettata al vento in caso di annullamento del gran premio poco prima delle prove libere.
Sarebbe un danno per l’economia locale e del paese, oltre che un’altra magra figura per la FIA e la Formula Uno dopo Melbourne, per questo gli organizzatori vorrebbero non disputare la corsa quest’anno. In questo modo i soldi risparmiati verrebbero devoluti per la ricerca e la prevenzione contro il COVID-19.
Oltretutto, qualora dovesse esserci il regolare svolgimento del weekend di gara, i promoter e gli organizzatori del gran premio credono che il numero di biglietti venduto possa essere molto basso dato il rischio coronavirus.
Il rischio di un ulteriore slittamento del Campionato del Mondo 2020 è sempre più concreto.

#StartYourEngines | Dennis Ciracì